13 dicembre 2019 – Giornata del benessere e della salute

Il 13 dicembre 2019 si è tenuta l’ultima Giornata del benessere e della salute dell’anno 2019. 

Il dott. Domenico Piccolboni e il Maestro Jia Jingquan hanno  introdotto i lavori pomeridiani, illustrandone le attività. Il Maestro Jia Jingquan ha  invitato i presenti ad una esercitazione: per circa mezz’ora i partecipanti, alcuni dei quali erano alla loro prima esperienza, hanno potuto fare una esperienza di alcune tecniche di base. Successivamente vi è stata la tavola rotonda moderata dal dott. Oreste Caporale e la prima relazione è stata quella del Prof. Ennio Del Giudice dal titolo: ”Taijiquan e funzioni cerebrali” Il suo discorso è stato  orientato a indicare i vantaggi ottenuti attraverso il Taijiquan così come segnalato da alcune ricerche scientifiche internazionali. In particolare, tra l’altro, è stata discussa una meta-analisi di 20 studi metodologicamente corretti per un totale di 2.553 partecipanti che ha mostrato che la pratica del Taijiquan è in grado di potenziare le funzioni cognitive in adulti anziani

Inoltre è stato presentato uno studio sulla  funzionalità della Corteccia Cingolata Posteriore (PCC) e sulla funzionalità dei  nuclei del putamen e caudato, che oltre a regolare il movimento, hanno un ruolo importante nella elaborazione mnemonica  e quindi sottolineando come Il Taijiquan può prevenire il declino della memoria rafforzando connessioni neuronali specifiche.

 La seconda relazione è stata tenuta dal  Prof. Nicola Sannolo dal titolo “Perché ho scelto il Taijiquan” In cui il professore ha voluto dare un contributo relativo alla  propria esperienza alla pratica del Taijiquan presentando anche un breve e noto  filmato cinematografico relativo al maestro IP Man e illustrando gli aspetti di un’arte marziale che privileggia i contenuti etici, e ricordando che  il Taijiquan è considerata la regina delle arti marziali interne, ossia quelle che tendono anzitutto a sviluppare capacità cognitive oltre quelle fisiche.

Come Discussant sono intervenuti  il  dott. Rosario Savino e il dott Enrico Infranzi, che hanno parlato di  alcuni ulteriori aspetti neurofisiologici.

Tra i presenti è così continuata una proficua  discussione sui temi della giornata che ha portato alla conclusione dei lavori .

 

I commenti sono chiusi